Archivio Rivista

Consulta l’archivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneità alla pubblicazione.

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Cassazione

Giurisprudenza - Corte di Cassazione


Una interessante decisione sulla valutazione delle diverse componenti del fatto ai fini del licenziamento per giusta causa.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Ai fini della valutazione sulla gravità del comportamento di un autista in stato di ebbrezza, assume rilevanza il successivo silenzio sull’accaduto e il fatto che lo stato di ebbrezza avesse raggiunto livelli tali da costituire un reato.


Di nuovo una importante sentenza sul trasferimento e sul termine di decadenza dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Ai sensi dell’art. 32, comma quarto, lett. c), della legge n. 183 del 2010, il termine di decadenza dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966 non opera in qualsiasi ipotesi di cessione del contratto, ma solo nel caso in cui si contesti la ..


L’efficacia nel tempo della nuova disciplina sul danno differenziale.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
L’art. 1, comma 1126, della legge n. 145 del 2018, recante modificazioni all’art. 10 del d. P. R. n. 1124 del 1965, non ha natura di norma di interpretazione autentica e non si applica ai fatti occorsi prima della sua entrata in vigore.


L’infortunio sul lavoro e le ingerenze del committente.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
L’ingerenza del committente nell’esecuzione del contratto di appalto ne può determinare la responsabilità per l’infortunio sul lavoro del dipendente dell’appaltatore, qualora le iniziative del committente abbiano ..


L’Inail e il mobbing.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Il danno da cosiddetto mobbing rientra nell’oggetto dell’assicurazione contro le malattie professionali dell’Inail.


I crediti previdenziali dell’Inps, l’occultamento doloso dei debiti e la sospensione del decorso del termine di prescrizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
In tema di cosiddetta gestione separata, qualora il lavoratore autonomo non compili i necessari modelli, occulti i redditi percepiti e tale comportamento sia considerato doloso, opera l’art. 2941, n. 8, cod. civ. e il decorso del termine di ..


Le società cooperative di produzione e lavoro e il contratto collettivo da applicare.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Una società cooperativa di produzione e lavoro, aggiudicataria di una procedura di selezione e dedita all’attività di pulizia e di guardiania di un immobile, appunto come appaltatrice del servizio, non può applicare il contratto ..


Il dipendente pubblico, il procedimento penale e il diritto al rimborso delle spese di difesa.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Il pagamento delle spese di lite al dipendente pubblico assolto in un giudizio penale presuppone l'esistenza di uno specifico interesse proprio dell'amministrazione, che sussiste ove l'attività sia imputabile alla pubblica amministrazione e, ..


Il procedimento disciplinare nel pubblico impiego, l’audizione e il necessario carattere scritto dell’atto di rinvio.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
In tema di procedimento disciplinare di un pubblico impiegato, il rinvio dell’audizione deve essere scritto ed è recettizio; non è sufficiente la predisposizione dell’atto e una telefonata, effettuata in sostituzione della ..


Di nuovo sul decorso del termine di centottanta giorni per il deposito del ricorso.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Ai sensi dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966, nel testo modificato dalla legge n. 183 del 2010, il termine di centottanta giorni per il deposito del ricorso decorre da quello di spedizione del precedente atto di impugnazione stragiudiziale.


I dipendenti del British council.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Il rapporto di lavoro fra il British council e un suo dipendente è sottoposto alla giurisdizione italiana qualora si discuta di forme di tutela proprie del contratto di lavoro.


L’impugnazione del licenziamento, l’istanza di espletamento del tentativo di conciliazione e il mancato deposito della memoria da parte del datore di lavoro.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Ai sensi dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966, modificato dall’art. 32, primo comma, della legge n. 183 del 2010, qualora alla richiesta del lavoratore sull’espletamento del tentativo di conciliazione o dell’arbitrato, richiesta ..


L’art. 18 St. lav. e il licenziamento per giustificato motivo oggettivo.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/04/2019
Nel vigente sistema dell’art. 18 St. lav., con riguardo al licenziamento per giustificato motivo oggettivo, il riferimento al verbo “potere” non aggiunge discrezionalità al potere del giudice. In caso di manifesta insussistenza ..


I permessi dell’art. 30 St. lav.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Qualora il lavoratore chieda i permessi dell’art. 30 St. lav. in carenza del presupposto della partecipazione a riunioni degli organi collegiali della sua associazione sindacale, il datore di lavoro può applicare sanzioni disciplinari.


Le società cooperative di produzione e lavoro e il calcolo della soglia di rilevanza dell’art. 18 St. lav.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Con riferimento a una società cooperativa di produzione e lavoro, ai fini di determinare i presupposti di applicabilità dell’art. 18 St. lav., i soci lavoratori con rapporto di carattere subordinato devono essere cumulati ai dipendenti ..


La caduta a terra del lavoratore e l’inadeguatezza del motociclo.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Qualora, per la consegna della corrispondenza, sia assegnato in uso al lavoratore un motociclo inadatto, in particolare per la condizioni delle strade, alquanto dissestate, vi è responsabilità dello stesso datore di lavoro per ..


Il tardivo pagamento delle dimissioni e lo svolgimento di attività durante il periodo di preavviso.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Il tardivo pagamento delle retribuzioni non è giusta causa di dimissioni quando il lavoratore svolga la sua attività per parte del periodo di preavviso.


Di nuovo sulla normale computabilità ai fini del calcolo del periodo di comporto delle assenze dovute a malattie professionali e a infortuni.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Salvo il caso di una opposta previsione del contratto collettivo nazionale di categoria, le assenze del lavoratore dovute a infortunio sul lavoro o a malattia professionale non possono essere computate nel periodo di comporto nelle ipotesi in cui ..


Il docente a tempo parziale e la partecipazione agli organi collegiali.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/04/2019
Il docente a tempo parziale di un convitto nazionale deve svolgere per intero l’attività funzionale all’insegnamento, in particolare per la partecipazione agli organi collegiali.


Il contratto di lavoro nullo, l’art. 2126 cod. civ. e il pagamento dei contributi.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 25/03/2019
In caso di nullità del contratto di lavoro subordinato per la mancata iscrizione al relativo albo professionale, ai sensi dell’art. 2126 cod. civ. il datore di lavoro deve versare i contributi previdenziali in relazione alla retribuzione ..


Pagine: 1   2   3   4


  • Giappichelli Social