2018 - 1annoSenzenze

Archivio Rivista

Consulta lĺarchivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneitÓ alla pubblicazione.

home / NovitÓ / Giurisprudenza / Corte di Merito / Ancora una volta sui criteri ..

08/11/2019
Ancora una volta sui criteri di scelta e sulla loro applicazione solo in alcune unitÓ produttive.


argomento: Giurisprudenza - Corte di Merito

Le esigenze tecnico - produttive e organizzative previste dall'art. 5, comma primo, della legge n. 223 del 1991, in riferimento al complesso aziendale, determinano l'ambito di selezione del personale eccedente e possono costituire criterio esclusivo di riferimento nell'individuazione della platea dei lavoratori da licenziare, anche addetti a una sola unità produttiva. Qualora il progetto di ristrutturazione aziendale si riferisca in modo esclusivo a una unità produttiva dell'azienda, il datore di lavoro deve indicare nella comunicazione di apertura della procedura sia le ragioni che limitino i licenziamenti ai dipendenti dell'unità o settore in questione, sia le ragioni per cui non ritenga di ovviare ad alcuni licenziamenti con il trasferimento a unità produttive vicine a quella soppressa o ridotta, così da consentire alle organizzazioni sindacali di verificare l'effettiva necessità dei programmati licenziamenti.

» visualizza: il documento (Trib. Roma 9 ottobre 2019) scarica file

PAROLE CHIAVE: licenziamenti collettivi - criteri di scelta - unitÓ produttiva


COMMENTO

Il principio è consolidato (v. Cass. 9 marzo 2015, n. 4678; cfr. App. Milano 4 settembre 2019, pubblicata su questo Sito). In tema, nella Rivista, nel primo fascicolo del 2017, il nono in assoluto, v. Gaetano Natullo, I licenziamenti collettivi nel nuovo contesto normativo, Roberta Nunin, Le [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social