newsletter

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Merito

Giurisprudenza - Corte di Merito


I fondi dell’art. 27 del decreto legislativo n. 148 del 2015.

Giurisprudenza - Corte di Merito 21/01/2022
A maggiore ragione dopo le previsioni sulle misure di contrasto all’emergenza epidemica impostate dal decreto – legge n. 18 del 2020, è obbligatorio per le imprese artigiane il versamento dei contributi ai fondi dell’art. 27 del ..


La pretesa interposizione illecita e la ripartizione dell’onere della prova.

Giurisprudenza - Corte di Merito 12/01/2022
E’ onere del preteso interponente dimostrare l’esistenza di contratti di appalto stipulati con il preteso interposto, al fine di evitare la configurazione di una fattispecie di interposizione illecita.


Un sorprendente provvedimento cautelare adottato nei confronti del datore di lavoro che non ha versato l’indennità di maternità all’operatrice sanitaria non vaccinata.

Giurisprudenza - Corte di Merito 11/01/2022
Si può adottare un provvedimento cautelare nei confronti dell’operatrice sanitaria che, assente per gravidanza, non si sia sottoposta a vaccinazione.


Il diritto europeo e l’obbligo di vaccinazione dei sanitari.

Giurisprudenza - Corte di Merito 11/01/2022
Sono sollevate questioni di interpretazione pregiudiziale del diritto europeo con riguardo all’obbligo di vaccinazione del personale sanitario.


Il Codice della navigazione e il contratto a tempo determinato a viaggio.

Giurisprudenza - Corte di Merito 31/12/2021
In tema di contratto di arruolamento, ai sensi dell’art. 332 cod. nav., il contratto a tempo determinato a viaggio deve precisare il viaggio a cui si riferisca.


Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo, l’epidemia, il divieto e la successione di più appaltatori.

Giurisprudenza - Corte di Merito 31/12/2021
Con riferimento al divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo in ragione dell’epidemia e alla deroga prevista per il caso di successione di più appaltatori, il recesso è legittimo solo quando il secondo abbia di fatto ..


Il rischio di positività e i provvedimenti del datore di lavoro.

Giurisprudenza - Corte di Merito 30/12/2021
Il lavoratore aveva avuto un contatto con persona malata, il fratello, in un Paese cosiddetto a rischio per l’epidemia da virus Covid – 19, ma senza che fosse accertata la cosiddetta positività del fratello. L’impresa lo ha posto ..


Sempre sull’epidemia, sul divieto di licenziamenti e sui dirigenti.

Giurisprudenza - Corte di Merito 30/12/2021
Il divieto di intimare licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo non si applica ai dirigenti.


Il mancato versamento dei contributi sindacali.

Giurisprudenza - Corte di Merito 29/12/2021
E’ comportamento antisindacale il trattenere della retribuzione dovuta ai lavoratori i contributi sindacali e non versarli alla rispettiva associazione sindacale.


Il licenziamento per superamento del periodo di comporto e le errate indicazioni dei prospetti di paga sul numero delle assenze per malattia.

Giurisprudenza - Corte di Merito 28/12/2021
In tema di licenziamento per superamento del periodo di comporto, qualora dai prospetti di paga risulti un numero di giornate di malattia inferiore a quello reale, senza che il datore di lavoro spieghi la ragione, esso deve avvertire il lavoratore ..


I cosiddetti lavoratori eterorganizzati e l’azione dell’art. 28 St. lav., in senso opposto a una precedente decisione.

Giurisprudenza - Corte di Merito 28/12/2021
L’art. 28 St. lav. può essere invocato da una associazione di rappresentanza di lavoratori cosiddetti eterorganizzati, poiché possono godere delle tutele dell’art. 2 del decreto legislativo n. 81 del 2015, compresa quella contro ..


Un licenziamento ritorsivo per un addebito inconsistente.

Giurisprudenza - Corte di Merito 17/12/2021
Non ha rilevanza disciplinare il fatto che una dipendente abbia fumato in una area esterna allo stabilimento, diversa da quella prevista, qualora non vi sia la prova di alcun rischio per l’incolumità altrui. Il licenziamento può essere ..


Il lavoro pubblico privatizzato, l’applicazione temporanea e il trasferimento.

Giurisprudenza - Corte di Merito 14/12/2021
L’applicazione temporanea di un dipendente pubblico presso un altro ufficio costituisce trasferimento ai sensi dell’art. 22 St. lav. ed è antisindacale in caso di mancato nulla osta dell’associazione sindacale.


Il lavoro penitenziario e l’indennità di disoccupazione.

Giurisprudenza - Corte di Merito 14/12/2021
Il lavoratore penitenziario la cui attività cessi per la conclusione della pena ha diritto all’indennità di disoccupazione, poiché il rapporto rientra nel modello generale di quello subordinato, ferme le varianti dovute al luogo ..


Ancora sul decorso del termine di prescrizione e sull’art. 18 St. lav..

Giurisprudenza - Corte di Merito 13/12/2021
Il termine di prescrizione non decorre in pendenza del rapporto qualora operi l’art. 18 St. lav..


Una interessante sentenza sulla quantificazione del risarcimento del danno da dequalificazione.

Giurisprudenza - Corte di Merito 13/12/2021
Il risarcimento del danno da dequalificazione non può essere determinato sulla scorta della retribuzione e in funzione della sua entità. E’ preferibile assumere come parametro l’importo del danno biologico da inabilità ..


I contratti di agenzia e l’indicazione dei clienti da parte dell’impresa mandante.

Giurisprudenza - Corte di Merito 04/12/2021
Il contratto di agenzia può presupporre l’attività di facilitazione della stipulazione di contratti anche se i clienti sono indicati dall’impresa mandante e non reperiti dall’agente stesso di sua iniziativa.


Il lavoratore pubblico e diritto alle ferie.

Giurisprudenza - Corte di Merito 23/11/2021
Il lavoratore pubblico ha diritto all’indennità sostitutiva delle ferie qualora l’amministrazione non dimostri di averlo messo nelle condizioni di esercitare il diritto al godimento delle ferie, con adeguata informazione e, se del caso, ..


Indennità “ape sociale” e indennità di disoccupazione.

Giurisprudenza - Corte di Merito 23/11/2021
L’art. 1, comma centosettantanove, lett. a), della legge n. 232 del 2016, che prevede la cosiddetta indennità “ape sociale”, si applica a chi non abbia il diritto all’indennità di disoccupazione.


Il cambio dell’appaltatore, la rifuzione della retribuzione e i licenziamenti collettivi.

Giurisprudenza - Corte di Merito 22/11/2021
In caso di licenziamenti dovuti alla modificazione dell’appaltatore, con applicazione dell’art. 7, comma quarto bis, del decreto – legge n. 248 del 2007, convertito con modificazioni dalla legge n. 31 del 2008, qualora il trattamento ..


Pagine: 1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19