giubboni

Archivio Rivista

Consulta l’archivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneità alla pubblicazione.

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Cassazione / Ancora sul ripescaggio e sul ..

22/10/2019
Ancora sul ripescaggio e sul sistema sanzionatorio dell’art. 18 St. lav..


argomento: Giurisprudenza - Corte di Cassazione

Con riguardo all’art. 18 St. lav., nel testo oggi vigente, modificato dall’art. 1 della legge n. 92 del 2012, a proposito di un licenziamento per giustificato motivo oggettivo, la verifica del requisito della “manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento” concerne entrambi i presupposti di legittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo e, quindi, sia le ragioni inerenti all’attività produttiva, l’organizzazione del lavoro e il suo regolare funzionamento, sia l’impossibilità di ricollocare altrove il lavoratore. La “manifesta insussistenza” deve essere riferita a una evidente assenza dei suddetti presupposti, verificabile con facilità; a fronte di questa, il giudice può applicare la disciplina dell’art. 18, comma quarto, St. lav., ove tale regime non sia oneroso in modo eccessivo per il datore di lavoro.

» visualizza: il documento (Cass. 17 ottobre 2019, n. 26460) scarica file

PAROLE CHIAVE: licenziamento per giustificato motivo oggettivo - repechage


COMMENTO

La tesi è nota (Cass. 2 maggio 2018, n. 10435). Sulla Rivista, nel quarto fascicolo del 2016 e, quindi, nel quarto fascicolo in assoluto, v. Marco Ferraresi, L’obbligo di repechage tra riforme della disciplina dei licenziamenti e recenti pronunce di legittimità.

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social