Archivio Rivista

Consulta l’archivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneità alla pubblicazione.

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Giustizia / Una non condivisibile ..

07/06/2019
Una non condivisibile sentenza sulla motivazione


argomento: Giurisprudenza - Corte di Giustizia

Le disposizioni del titolo secondo, sezione 5 (articoli da 18 a 21), della Convenzione concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione della decisioni in materia civile e commerciale, firmata il 30 ottobre 2007, approvata a nome della Comunità con decisione 2009 / 430 / Ce del Consiglio del 27 novembre 2008, devono essere interpretate nel senso per cui un contratto che vincoli una società a una persona fisica che eserciti le funzioni di suo dirigente non crea un vincolo di subordinazione tra le stesse e, pertanto, non può essere qualificato come ‘contratto individuale di lavoro’, ai sensi di tali disposizioni, qualora, anche se l’azionista o gli azionisti di tale società hanno il potere di porre fine a tale contratto, detta persona sia in grado di stabilire o stabilisca in effetti i termini del suddetto contratto e disponga di un potere di controllo autonomo sulla gestione corrente degli affari di detta società nonché sull’esercizio delle proprie funzioni (principio di diritto ricavato dalla decisione).

» visualizza: il documento (Corte Giust., prima sezione, 11 aprile 2019, C–603/2017) scarica file

PAROLE CHIAVE: lavoro subordinato - dirigenti


COMMENTO

Il principio di diritto è confuso e non consente la comprensione del caso, tanto che non si capisce se si discuta di dirigenti o di amministratori e la motivazione accentua tali limiti di approssimazione concettuale, dicendo che i “dirigenti” (ammesso che lo fossero) erano [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social