Archivio Rivista

Consulta lĺarchivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneitÓ alla pubblicazione.

home / NovitÓ / Giurisprudenza / Corte di Giustizia / Il marittimo, la navigazione ..

20/06/2019
Il marittimo, la navigazione su una nave di uno Stato terzo e la disciplina applicabile in tema di sicurezza sociale.


argomento: Giurisprudenza - Corte di Giustizia

L’art. 11, paragrafo 3, lett. e), del regolamento Ce n. 883 / 2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004, relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, come modificato dal regolamento Ue n. 465 / 2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 maggio 2012, deve essere interpretato nel senso per cui, qualora, pure svolgendo attività lavorativa come marittimo alle dipendenze di un datore di lavoro stabilito in uno Stato membro, su una nave battente bandiera di uno Stato terzo che navighi al di fuori del territorio dell’Unione europea, una persona abbia conservato la residenza nel proprio Stato membro di origine, ricade nella sfera di applicazione di tale disposizione, ragione per cui la normativa nazionale applicabile è quella dello Stato membro di residenza della persona (principio di diritto ricavato dalla sentenza).

» visualizza: il documento (Corte di giustizia, sez. III, 8 maggio 2019, C-631/2017) scarica file

PAROLE CHIAVE: lavoro marittimo - sicurezza sociale - disciplina applicabile


COMMENTO

Il caso è frequente per la particolare natura dei traffici marittimi e il principio di diritto è di notevole importanza.

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social