Archivio Rivista

Consulta lĺarchivio che raccoglie i fascicoli pubblicati suddivisi per anno.

Norme di autodisciplina

Come inoltrare i contributi alla rivista.

Valutazione articoli

Giudizio di idoneitÓ alla pubblicazione.

home / NovitÓ / Giurisprudenza / Corte di Cassazione / Il reato di mancato ..

09/10/2019
Il reato di mancato versamento delle ritenute assistenziali e previdenziali e la successiva ammissione della societÓ datrice di lavoro alla procedura di concordato preventivo.


argomento: Giurisprudenza - Corte di Cassazione

Qualora sia avviata una procedura di concordato preventivo dopo il momento nel quale l’amministratore di una società avrebbe dovuto versare le ritenute assistenziali e previdenziali operate sulle retribuzioni versate ai lavoratori, il reato si è consumato ed è irrilevante l’ammissione alla procedura di concordato preventivo. Infatti, non ha importanza il fatto che, per l’ammissione al concordato, sia impossibile che la società si avvalga della causa di non punibilità dell’art. 2, comma primo bis, del decreto – legge n. 463 del 1983, convertito nella legge n. 638 del 1983. Se mai, l’amministratore si può avvalere di tale clausola di non punibilità facendo fronte con le sue risorse personali.

» visualizza: il documento (Cass. pen. 17 luglio 2019, n. 31327) scarica file

PAROLE CHIAVE: concordato preventivo - ritenute assistenziali e previdenziali


COMMENTO

La sentenza è motivata molto bene e chiarisce come l’amministratore possa comunque beneficiare della causa di non punibilità dell’art. 2, comma primo bis, del decreto – legge n. 463 del 1983, convertito nella legge n. 638 del 1983 facendo fronte al debito con le sue [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio



indietro

  • Giappichelli Social