manuale_insolvenza

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Cassazione

Giurisprudenza - Corte di Cassazione


L’azione dell’art. 2087 cod. civ. e la sua completa natura civilistica in una recente e fondamentale sentenza.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/07/2020
In tema di assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, gli artt. 10 e 11 del d. P. R. n. 1124 del 1965 devono essere interpretati nel senso per cui l’accertamento incidentale in sede civile del fatto che ..


Il direttore generale di una azienda unità sanitaria locale, i gravi motivi di recesso e la custodia in carcere.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/07/2020
Con riguardo al rapporto del direttore generale di una azienda unità sanitaria locale, costituisce grave motivo di recesso l’adozione della misura della custodia cautelare in carcere.


La cosiddetta “conversione” del licenziamento per giusta causa in uno per giustificato motivo soggettivo.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 16/07/2020
Qualora la sentenza del giudice di merito neghi il sussistere della giusta causa di licenziamento, ma riconosca il sussistere dell’inadempimento del lavoratore e, anzi, lo qualifichi come notevole, deve motivare sulle ragioni per cui non ravvisa il ..


Il lavoro pubblico e l’interpretazione dei regolamenti.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 15/07/2020
Le disposizioni dei regolamenti interni degli enti pubblici non hanno valore normativo, così che la loro interpretazione in sede di legittimità è censurabile soltanto per violazione o falsa applicazione dei criteri ermeneutici dettati ..


L’avvicendamento di appaltatori e l’inapplicabilità della decadenza dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 14/07/2020
Qualora, in tema di avvicendamento di appaltatori nello stesso rapporto, il lavoratore alleghi il diritto a passare alle dipendenze del nuovo appaltatore, non opera il termine di decadenza dell’art. 6 della legge n. 604 del 1966, in relazione ..


Il dirigente medico e le pretese prestazioni di lavoro straorinario.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 14/07/2020
Nel prevedere la corresponsione di una retribuzione di risultato compensativa anche dell'eventuale superamento dell'orario lavorativo per il raggiungimento dell'obiettivo assegnato, la disciplina dei successivi contratti collettivi dell’area della ..


Il mandato con rappresentanza e la cosiddetta contemplatio domini.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 10/07/2020
In tema di mandato con rappresentanza, la contemplatio domini, che rende possibile l'imputazione degli effetti del contratto nella sfera di un soggetto diverso da quello che lo ha concluso, non esige (nel caso in cui l'atto da porre in essere non richieda ..


Il disconoscimento della conformità all’originale di una copia fotostatica.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 10/07/2020
L'art. 2719 cod. civ. (che esige l'espresso disconoscimento della conformità con l'originale delle copie fotografiche, cui sono assimilate quelle fotostatiche) è applicabile tanto al disconoscimento della conformità della copia al suo ..


Ancora sulla completa mancanza di giustificazione del licenziamento e sul carattere ritorsivo del licenziamento.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 09/07/2020
La completa assenza di ragioni giustificative del licenziamento è elemento indicativo del suo carattere ritorsivo.


Sempre sul regime sanzionatorio del licenziamento illegittimo per sproporzione fra l’illecito e la sanzione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 09/07/2020
Il licenziamento illegittimo per carenza di proporzione fra l’illecito e la sanzione è sottoposto al regime sanzionatorio dell’art. 18, quinto comma, St. lav.. In particolare, per l’applicazione dell’art. 18, quarto comma, ..


Sempre sulle prestazioni del fondo di garanzia, l’accertamento dell’inesistenza dei presupposti del fallimento e sul nuovo orientamento giurisprudenziale.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 08/07/2020
Adìto per la condanna dell’Inps al pagamento delle prestazioni del fondo di garanzia, ai sensi della legge n. 297 del 1982, il giudice può accertare ai sensi dell’art. 34 cod. proc. civ. che l’impresa non potesse essere ..


La discriminazione in ragione del sesso e la ripartizione dell’onere della prova.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 08/07/2020
In tema di comportamenti datoriali discriminatori, l'art. 40 del decreto legislativo n. 198 del 2006 non stabilisce una inversione dell'onere probatorio, ma solo una attenuazione del regime probatorio ordinario, prevedendo a carico del soggetto convenuto ..


Il lavoro pubblico forestale e i rapporti a tempo determinato.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 07/07/2020
Al rapporto di lavoro del personale forestale, dipendente di una regione, si applica l’art. 36, quinto comma, del decreto legislativo n. 165 del 2001 e il rapporto non si può trasformare in uno a tempo indeterminato, nemmeno in caso di ..


Il gioco del calcio, un arbitrato irrituale e la sua impugnazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 07/07/2020
L’arbitrato intercorrente fra calciatori e la società sportiva professionistica ha natura irrituale e l’impugnazione è regolata in via esclusiva dall’art. 412 quater, comma secondo, cod. proc. civ., così che sulle ..


L’art. 2087 cod. civ. e la necessaria violazione di regole cautelari.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 06/07/2020
Ai sensi dell’art. 2087 cod. civ., non si può desumere in via automatica dal semplice verificarsi del danno l’inadeguatezza delle misure di protezione adottate, ma la lesione del bene tutelato deve derivare sul piano causale dalla ..


Il cosiddetto “minimale contributivo”, le imprese edili e i rapporti a tempo parziale.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 06/07/2020
In tema di minimale contributivo previsto, nel settore edile, dall'art. 29 del decreto - legge n. 244 del 1995, convertito nella legge n. 341 del 1995, è necessario scindere le due ipotesi ivi previste, quella della sospensione ..


L’impresa familiare e la necessaria continuità dell’apporto lavorativo.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 04/07/2020
Perché si possa configurare una impresa tacita familiare, non è richiesta la continuità di presenza in azienda, ma quella dell’apporto lavorativo. Pertanto, non può partecipare all’impresa familiare chi viva a ..


Un diverso orientamento sul principio di immutabilità della contestazione e sull’elemento soggettivo dell’illecito disciplinare.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 04/07/2020
Non rileva ai fini della violazione del principio di immutabilità della contestazione l’attribuzione del fatto a colpa nell’atto di licenziamento, mentre era stato contestato come doloso.  


Sempre sull’obbligo dell’imprenditore di consegnare documenti all’Ispettorato del lavoro.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 03/07/2020
Integra il reato dell’art. 4, comma settimo, della legge n. 628 del 1961 la mancata consegna da parte di una impresa dei documenti richiesti, purché siano specificati.


Il lavoro pubblico sanitario, i contratti a tempo determinato dell’art. 16 septies del decreto legislativo n. 502 del 1992 e il raggiungimento della massima età lavorativa.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 03/07/2020
Anche per il contratto per incarico dirigenziale previsto dall’art. 15 septies, comma secondo, del decreto legislativo n. 502 del 1992 rileva, ai fini dell’estinzione del rapporto e in mancanza di istanza di trattenimento in servizio sino al ..


Pagine: 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50