manuale_insolvenza

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Cassazione

Giurisprudenza - Corte di Cassazione


I fondi di previdenza complementare e la natura dei versamenti.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 02/04/2022
Con riferimento al periodo precedente la riforma introdotta dal decreto legislativo n. 124 del 1993, i versamenti effettuati dal datore di lavoro ai fondi di previdenza complementare hanno (a prescindere dalla natura del soggetto destinatario della ..


Sempre sulla cosiddetta gestione separata e sul principio di automaticità delle prestazioni previdenziali.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 01/04/2022
Il principio di automaticità delle prestazioni previdenziali non si applica al mancato versamento di contributi alla cosiddetta gestione separata.


I cosiddetti vicepresidi.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 01/04/2022
Ai sensi dell’art. 25, comma quinto, del decreto legislativo n. 165 del 2001, interpretato in via autentica dall’art. 14, comma ventiduesimo, del decreto – legge n. 95 del 2012, convertito con modificazioni dalla legge n. 135 del 2012, i ..


Di nuovo sulla responsabilità amministrativa della società in tema di infortuni sul lavoro.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 31/03/2022
E’ sufficiente perché si configuri la responsabilità dell’ente ai sensi del decreto legislativo n. 231 del 2001 l’interesse dell’impresa di ridurre i tempi della produzione.


La tutela della salute e della sicurezza e i tirocini formativi.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 31/03/2022
L’art. 2, comma primo, lett. a), del decreto legislativo n. 81 del 2008 si applica anche ai tirocini formativi.


L’appalto e l’utilizzazione di beni strumentali del committente.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 29/03/2022
L’utilizzazione da parte dell’appaltatore di beni strumentali del committente non rende di per sé nullo il contratto, soprattutto se la scelta è giustificata da ragioni igieniche, con riguardo ad attività di pulizia.


I servizi pubblici ambientali, il mutamento dell’appaltatore e la relativa clausola sociale.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 29/03/2022
L’art. 6 del contratto collettivo delle imprese industriali che si occupano di servizi ambientali (il cosiddetto contratto Fise) non prevede alcuna obbligazione di chi cessi l’attività di appaltatore e solo il committente deve ..


Il lavoro pubblico, la posizione organizzativa e l’illegittimità dell’atto di attribuzione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 25/03/2022
Nel rapporto di lavoro pubblico privatizzato, la posizione organizzativa individua nell'ambito dell'organizzazione dell'ente funzioni strategiche e di alta responsabilità che giustificano il riconoscimento di una indennità aggiuntiva; ove il ..


Il trasferimento di azienda, il licenziamento e la sua tempestiva impugnazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 24/03/2022
In caso di licenziamento intimato prima di un trasferimento di azienda, la declaratoria di illegittimità del primo presuppone la sua impugnazione tempestiva, nel rispetto dell’art. 6 della legge n. 64 del 1966.


I pretesi errori nell’accreditamento di contributi previdenziali a un lavoratore pubblico e il riparto di giurisdizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 24/03/2022
La controversia relativa a pretese irregolarità nella determinazione dei contributi accreditati a un lavoratore pubblico rientra nella giurisdizione esclusiva della Corte dei conti, giurisdizione che ricomprende tutte le controversie funzionali e ..


Il giudicato e il variare dei fatti.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 23/03/2022
Il giudicato, rispetto a situazioni intercorrenti tra le medesime parti, ma caratterizzate da elementi intrinseci di variabilità delle circostanze da considerare, non può dispiegare effetti per il futuro, poiché, in ciascun diverso ..


Il lavoro pubblico, i contratti a tempo determinato e il termine di decadenza.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 22/03/2022
Il termine di decadenza dell’art. 32 della legge n. 183 del 2010 si applica ai contratti a tempo determinato stipulati dalla pubblica amministrazione, sebbene si discuta solo del diritto a una indennità.


Il licenziamento e l’omessa domanda specifica sull’adozione di un ordine di reintegrazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 22/03/2022
Anche nel processo del lavoro, l'interpretazione della domanda rientra nella valutazione del giudice di merito (nella specie, il lavoratore aveva impugnato il licenziamento chiedendo la condanna al risarcimento del danno da licenziamento illegittimo, ..


La riscossione dei crediti previdenziali e la domanda di accertamento negativo del credito, per prescrizione, proposta contro l’agente della riscossione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 19/03/2022
La domanda di accertamento negativo della posizione debitoria contributiva, per estinzione per prescrizione del corrispondente credito, può essere fatta valere solo contro l’ente impositore, non contro l’agente della riscossione, ..


L’infarto del miocardio, l’infortunio sul lavoro e il cosiddetto stress psicologico e ambientale.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 19/03/2022
Il decesso per infarto del miocardio del lavoratore, nell’ambito di un viaggio di lavoro caratterizzato da una lunga serie di disguidi e concluso con il reperimento del corpo senza vita in una camera di albergo, è infortunio sul lavoro.


I medici in regime di convenzionamento e il termine per la formulazione della contestazione disciplinare.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/03/2022
Anche per i medici in regime di convenzionamento con il Servizio sanitario nazionale, il termine previsto per la contestazione dell’addebito non è fissato a pena di decadenza e il suo mancato rispetto non incide sulla legittimità del ..


La responsabilità solidale del committente, il termine di decadenza e la stipulazione di più contratti fra le stesse parti.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 18/03/2022
In caso di successione senza soluzione di continuità di più contratti di appalto con il medesimo appaltatore, il temine di decadenza biennale dell’art. 29, secondo comma, del decreto legislativo n. 276 del 2003 decorre dalla cessazione ..


Il licenziamento disciplinare e la mancata audizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 17/03/2022
In tema di licenziamento disciplinare, la violazione dell'obbligo del datore di lavoro di sentire preventivamente il lavoratore a discolpa, quale presupposto dell'eventuale provvedimento di recesso, integra una violazione della procedura dell'art. 7 St. ..


Le azioni di accertamento negativo e la ripartizione dell’onere della prova.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 17/03/2022
In tema di riparto dell'onere della prova ai sensi dell'art. 2697 cod. civ., l'onere di provare i fatti costitutivi del diritto grava sempre su colui che si afferma titolare del diritto stesso e intende farlo valere, ancorché sia convenuto in ..


I medici e il servizio di pronta disponibilità.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 16/03/2022
In tema di servizio di pronta disponibilità ai sensi dell'art. 7 del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto della sanità del 20 settembre 2001, il limite di sei turni al mese per ciascun dipendente, stabilito dal comma decimo ..


Pagine: 1  2  3  4  5  6  7  8  9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50