manuale_insolvenza

home / Novità / Giurisprudenza / Corte di Cassazione

Giurisprudenza - Corte di Cassazione


Il personale sanitario, l’attività di coordinamento e il riparto di giurisdizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 05/05/2022
Sussiste la giurisdizione del giudice ordinario sulla domanda volta a ottenere il beneficio economico previsto dall’art. 68, comma sesto, del d. P. R. n. 384 del 1990, in relazione all’effettuazione di attività di coordinamento.


Ancora sul rapporto dei medici di medicina generale e sul termine di prescrizione del diritto al compenso.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 04/05/2022
Il rapporto dei medici di medicina generale intercorre solo con le aziende unità sanitarie locali e il termine di prescrizione in tema di diritto al compenso è quinquennale. Non rileva la stipulazione di un accordo integrativo regionale e ..


La cosiddetta portabilità o il riscatto delle quote dei fondi di previdenza complementare.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 03/05/2022
In tema di previdenza complementare, l’art. 10 del decreto legislativo n. 124 del 1993 e l’art. 14 del decreto legislativo n. 252 del 2005, nel consentire la cosiddetta portabilità o il riscatto della posizione individuale, si applicano ..


L’attività del dirigente medico.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 03/05/2022
Nel pubblico impiego contrattualizzato, i dirigenti medici non hanno il diritto soggettivo a svolgere interventi equivalenti per qualità e quantità a quelli affidati ad altri dirigenti della medesima struttura, né a quelli svolti nel ..


Il lavoro pubblico privatizzato i dirigenti, l’incarico e la clausola di rinnovazione automatica

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 14/04/2022
E’ nulla la clausola di rinnovazione automatica dell’incarico del dirigente di un ente pubblico non economico.


Una complessa decisione sull’indennità per l’estinzione del rapporto di agenzia.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 14/04/2022
Ai fini della determinazione del diritto dell’agente all’indennità per l’estinzione del rapporto, i “vantaggi sostanziali” devono essere identificati al momento dell’estinzione del rapporto, così che la ..


Una decisione non persuasiva sul diritto del datore di lavoro all’indennità sostitutiva del preavviso dal lavoratore pubblico in aspettativa.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 13/04/2022
In tema di rapporto di lavoro pubblico privatizzato, deve essere trattenuta l’indennità sostitutiva del preavviso al lavoratore collocato a riposo su sua domanda, nonostante ciò sia accaduto mentre era in aspettativa senza assegni.


Il lavoro pubblico privatizzato, il prolungamento del rapporto oltre il sessantacinquesimo anno di età del lavoratore e l’accordo sull’incarico.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 13/04/2022
In tema di lavoro pubblico privatizzato, non si può desumere l’accordo sul prolungamento del rapporto oltre il sessantacinquesimo anno di età dalla stipulazione di una accordo sull’incarico, nonostante questo scada dopo il ..


Il lavoro pubblico e la coerenza fra l’attività svolta prima e dopo la procedura di stabilizzazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 12/04/2022
In tema di lavoro pubblico privatizzato, l’art. 1, comma 519, della legge n. 296 del 2006 in tema di stabilizzazione presuppone che le mansioni successive siano coerenti con quelle svolte in precedenza; ciò non richiede la precisa ..


Ancora sull’effettivo pregiudizio come presupposto dell’azione per violazione dei criteri di scelta nei licenziamenti collettivi e sull’illegittima delimitazione dell’ambito di comparazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 11/04/2022
L’annullamento del licenziamento collettivo per violazione dei criteri di scelta ai sensi dell’art. 5 della legge n. 223 del 1991, nella formulazione vigente in seguito alle modificazioni apportate dalla legge n. 92 del 2012, non può ..


Ancora sull’art. 47, comma quarto bis, della legge n. 428 del 1990 e la procedura di amministrazione straordinaria.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 11/04/2022
L’art. 47, comma quarto bis, della legge n. 428 del 1990, dopo le modificazioni apportate dal decreto – legge n. 135 del 2009, convertito con modificazioni dalla legge n. 166 del 2009, deve essere interpretato nel senso coerente con le ..


Ancora una volta sull’applicazione dell’art. 4, nono comma, della legge n. 223 del 1991 anche nel caso di cessazione dell’attività.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 09/04/2022
La violazione del termine di sette giorni dall’intimazione dei recessi per l’invio della comunicazione sull’applicazione dei criteri di scelta, prevista dall’art. 4, nono comma, della legge n. 223 del 1991, come modificato dalla ..


Il congedo retribuito e il riparto di giurisdizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 09/04/2022
In tema di lavoro pubblico privatizzato, sul diritto al congedo retribuito ai sensi dell’art. 42, quinto comma, del decreto legislativo n. 151 del 2001, ha giurisdizione il giudice ordinario.


I dirigenti scolastici e il loro trattamento retributivo.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 08/04/2022
Non è irrazionale la soluzione della contrattazione collettiva per cui il regime previsto per i dirigenti di nuova assunzione delle istituzioni scolastiche è affiancato da due trattamenti diversi, destinati a esaurirsi nel tempo, per i ..


L’assicurazione dell’Inail, la classificazione dell’Inps e l’inesistenza di effetti retroattivi.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 07/04/2022
Anche con riguardo all’assicurazione dell’Inail, in applicazione del principio generale di irretroattività della legge, dettato dall'art. 11 disp. prel. cod. civ.., il provvedimento di variazione, sia di ufficio, sia su domanda, della ..


I contributi previdenziali, la cosiddetta mobilità lunga e il termine di prescrizione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 06/04/2022
L’art. 3, nono comma, della legge n. 335 del 1995 e la prescrizione quinquennale riguardano tutti i contributi previdenziali, compresi quelli inerenti alla cosiddetta mobilità lunga.


Sempre sul cambio dell’appaltatore e sui licenziamenti collettivi, in modo non condivisibile.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 06/04/2022
In caso di licenziamenti dovuti alla modificazione dell’appaltatore, con applicazione dell’art. 7, comma quarto bis, del decreto – legge n. 248 del 2007, convertito con modificazioni dalla legge n. 31 del 2008, solo l’effettiva ..


L’impugnazione del licenziamento per giustificato motivo oggettivo intimato con la richiesta di avvio della procedura di consultazione.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 04/04/2022
Qualora l’atto di apertura della procedura dell’art. 7 della legge n. 604 del 1966 sia già manifestazione della volontà di intimare il licenziamento, a ragione il lavoratore provvede all’impugnazione stragiudiziale. La ..


Il lavoro pubblico, il procedimento disciplinare e la regolazione transitoria.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 04/04/2022
Nel rapporto di lavoro pubblico contrattualizzato, in tema di rapporti tra procedimento disciplinare e procedimento penale, l'art. 55 ter del decreto legislativo n. 165 del 2001, introdotto dall'art. 69, comma primo, del decreto legislativo n. 150 del ..


Le sanzioni pecuniarie amministrative e l’autonomia fra l’obbligazione del responsabile e quella del corresponsabile.

Giurisprudenza - Corte di Cassazione 02/04/2022
Ai sensi dell’art. 6 della legge n. 689 del 1981, la responsabilità del corresponsabile in solido è autonoma da quella del responsabile dell’illecito amministrativo. L’estinzione dell’obbligazione di questo ultimo non ..


Pagine: 1  2  3  4  5  6  7  8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50