Variazioni su temi di diritto del lavoro

 

La cosiddetta assegnazione temporanea di lavoratori pubblici
(nota di commento a Tar Veneto, Venezia, sezione prima, 21 marzo 2018, n. 316)

Tar Veneto, Venezia, sezione prima, 21 marzo 2018, n. 316 (Lavoro pubblico)


Pubblico impiego - richiesta di assegnazione temporanea a una diversa sede di servizio - motivazione del dissenso 


Giova trascrivere il testo oggi vigente dell’art. 42 bis, primo comma, del decreto legislativo n. 151 del 2001: “il genitore con figli minori fino a tre anni di età dipendente di amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma secondo, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, può essere assegnato, a richiesta, anche in modo frazionato e per un periodo complessivamente non superiore a tre anni, ad una sede di servizio ubicata nella stessa provincia o regione nella quale l'altro genitore esercita la propria attività lavorativa, subordinatamente alla sussistenza di un posto vacante e disponibile di corrispondente posizione retributiva e previo assenso delle amministrazioni di provenienza e destinazione. L'eventuale dissenso deve essere motivato e limitato a casi o esigenze eccezionali. L'assenso o il dissenso devono essere comunicati all'interessato entro trenta giorni dalla domanda”. Sulla base di questo tenore letterale, il principio di diritto è convincente.

Gli atti di macrorganizzazione incidenti sulle posizioni del dipendente in via diretta.
(nota di commento a Cons. di Stato, sez. V, 1 marzo 2018, n. 1550)
Cons. Stato, sezione quinta, 1 marzo 2018, n. 1550 (Atti di macrooganizzazione che incidono sulla posizione individuale)


Pubblico impiego - atti di macrorganizzazione che incidono su posizioni individuali - riparto di giurisdizione


La tesi è convincente. Infatti, si è detto, “spetta alla giurisdizione generale di legittimità del giudice amministrativo la controversia nella quale la contestazione (sebbene si richieda la rimozione del provvedimento di conferimento di un incarico dirigenziale e del relativo contratto di lavoro, previa disapplicazione degli atti presupposti)

Registrati per leggere il seguito...

Lo stabilimento della Spa Ilva a Taranto e una complessa decisione sulla prosecuzione dell’attività
(nota di commento a Corte costituzionale 23 marzo 2018, n. 68)

Corte costituzionale 23 marzo 2018, n. 68 (regolazione normativa della prosecuzione dell'attività d'impresa)


Provvedimento normativo – regolamentazione della prosecuzione dell’attività di impresa – illegittimità costituzionale


La sentenza è di grande importanza e merita di essere letta nella sua completa articolazione; per esempio, essa afferma: non può “ritenersi astrattamente precluso al legislatore di intervenire per salvaguardare la continuità produttiva in settori strategici per l’economia nazionale

Registrati per leggere il seguito...

La selezione di potenziali candidati a opera di una struttura specializzata e l’inesistenza di una offerta al pubblico
(nota di commento a Cass. 20 marzo 2018, n. 6930)
Cass. 20 marzo 2018, n. 6930 (Selezione personale)


Selezione personale - offerta al pubblico - assenza bando vincolante 


Il principio di diritto è corretto. Come è evidente, compete a una analisi di fatto stabilire se, nel caso di specie, fosse stata adottata una offerta al pubblico o un semplice invito a proporre.

Registrati per leggere il seguito...

Login

Accesso Utenti

Indice 1/2018

cop 1 2018

Loghi

Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro
Iscrizione al R.O.C. n. 25223
ISSN 2499-4650
© G. Giappichelli Editore s.r.l.