Variazioni su temi di diritto del lavoro

 

Tribunale di Milano  7 maggio 2016 (Reiterazione di contratti autonomi con la p.a. e regolarizzazione contributiva)
Il danno da rapporto non convertibile e la “surrogatoria contributiva”


In caso di reiterazione illegittima di contratti autonomi o parasubordinati, stipulati allo scopo di mascherare un rapporto subordinato con la pubblica amministrazione, il lavoratore ha il diritto di percepire la retribuzione che gli sarebbe spettata qualora fosse stato regolarmente assunto; oltre a un ulteriore risarcimento del danno da “precarizzazione”, liquidato forfettariamente mediante il ricorso al criterio di cui all’art. 32, comma 5, L. n. 183/2010, e fatto salvo il risarcimento danno ulteriore eventualmente provato.
La domanda di condanna alla regolarizzazione contributiva è ammissibile solo se l’ente previdenziale partecipa al relativo giudizio (massime redazionali)


Reiterazioni contratti autonomi con p.a. - risarcimento danni del lavoratore - domanda di condanna alla regolarizzazione contributiva - necessità che l'ente previdenziale sia in giudizio

Registrati per leggere il seguito...

Login

Accesso Utenti

Indice 2/2018

cop 2 2018

Loghi

Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro
Iscrizione al R.O.C. n. 25223
ISSN 2499-4650
© G. Giappichelli Editore s.r.l.