Variazioni su temi di diritto del lavoro

 

Cass. 13 marzo 2017, n. 6405 (Errata qualificazione del rapporto di lavoro ed evasione contributiva)

Una sentenza non persuasiva sull’errata qualificazione di un contratto come di lavoro a progetto e l’evasione contributiva


Opera l’art. 116, comma ottavo, lett. a), della legge n. 388 del 2000 e ricorre la fattispecie dell’evasione contributiva quando il datore di lavoro occulti rapporti di lavoro o retribuzioni, con l’intenzione specifica di non versare i contributi o i premi, cioè con un comportamento volontario e preordinato e ciò si verifica quando ricorra una denuncia obbligatoria incompiuta o non conforme al vero, con cui è celata all’ente previdenziale l’effettiva sussistenza dei presupposti dell’imposizione. Pertanto, la qualificazione errata di un rapporto come di lavoro a progetto fa presumere una specifica volontà del datore di lavoro di sottrarsi al pagamento dei contributi previdenziali.


Obbligo contributivo - errata qualificazione del rapporto di lavoro - qualificazione errata di un rapporto come di lavoro a progetto - evasione contributiva

 

APRI PDF

 

Login

Accesso Utenti

Indice 1/2018

cop 1 2018

Loghi

Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro
Iscrizione al R.O.C. n. 25223
ISSN 2499-4650
© G. Giappichelli Editore s.r.l.